Sistema sanitario russo in tilt a causa della guerra

ospedali russi collasso
ospedali russi collasso

Emergenza a Mosca: gli ospedali russi rischiano il collasso a causa delle decine di migliaia di soldati feriti che arrivano a causa della guerra in Ucraina.

Sistema sanitario russo vicino al collasso

Gli ospedali russi sono al collasso. Decine di migliaia di soldati feriti in Ucraina stanno sovraccaricando il sistema sanitario del Paese, che rischia di andare in tilt. Come se non bastasse, si ripercuotono ancora gli effetti dei tagli imposti nell’ambito della “ottimizzazione della sanità” di Vladimir Putin.

La situazione è particolarmente grave a Mosca e nei grandi centri, perché i medici e il personale sanitario sono stati spostati in luoghi più vicini alle linee del fronte. I funzionari sono preoccupati perché prevedono che il numero di feriti militari che gli ospedali russi dovranno trattare «non potrà che crescere». Nel frattempo, si è ricorso ad un appello – supportato dalla Chiesa Ortodossa – di volontariato.

I problemi del sistema sanitario russo

Il sistema sanitario russo non è mai stato solido, ma le circostanze dovute alla guerra in Ucraina stanno evidenziando le difficoltà di questo Paese a livello medico. Sembra ormai prossimo il disastro, grazie ai tagli che Putin ha imposto in nome del risparmio sui servizi sociali da destinare ai servizi militari e di sicurezza.

Invece di preparare il sistema sanitario per essere in grado di curare i feriti della sua guerra, il Cremlino lo ha sistematicamente tagliato e ora i russi ne stanno vedendo le conseguenze: un governo che afferma di non voler mai abbandonare nessun soldato russo, di fatto abbandona molti di loro se vengono feriti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli