Sisto (Fi): unica cosa 'giusta' su prescrizione è cestinare riforma

Pol/Vlm

Roma, 26 nov. (askanews) - "Se davvero si vuole parlare di cosa è 'giusto' rispetto all'intervento sulla prescrizione, allora l'unica cosa da fare è prenderlo e buttarlo nel cestino. La litania sugli effetti 'rinviati' della norma ha rilevanza giuridica pari a zero: la misura entrerà in vigore a gennaio e da quel momento sarà parte integrante del nostro ordinamento". Lo dichiara il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto.

"Le soluzioni finora prospettate da Bonafede per tutelare il principio costituzionale della durata ragionevole dei processi non sono solo inefficaci ma anche palesemente incostituzionali. Cosa succederebbe, dunque, se, in costanza di vigore della nuova prescrizione, la riforma complessiva della giustizia si arenasse o, peggio, venisse bocciata dalla Consulta? Semplice: le rassicurazioni fasulle di Conte e Bonafede verrebbero spazzate via in un nanosecondo. E il patatrac annunciato diventerebbe drammatica realtà !", conclude.