Slovacchia, omicidio Kuciak: si dimette il nuovo ministro Interno

Mos

Roma, 16 apr. (askanews) - Il nuovo ministro dell'Interno slovacco Tomas Drucker si è dimesso oggi, dopo essersi opposto alle richieste pubbliche di licenziare il capo della polizia dopo l'assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak e della sua fidanzata Martina Kusnirova.

Decine di migliaia di persone sono scese in piazza per chiedere la testa del capo della polizia Tibor Gaspar, accusato di essere un ostacolo a un'indagine corretta sull'assassinio di Kusiak, che scriveva di corruzione.

"Gaspar polarizza la società...Se avessi voluto licenziarlo, nessuno mi avrebbe impedito di farlo. Ma non ho trovato alcuna prova necessaria per allontanarlo", ha detto Drucker. "Ho deciso - ha aggiunto - di dimettermi da ministro dell'Interno e creare così spazio per un'altra persona che affronti la questione". Il ministro ha inoltre detto di considerare più importante "la mia personale integrità della mia posizione".

Drucker era stato nominato il mese scorso, dopo che il premier Robert Fico e il suo governo si erano dimessi dìa seguito di un'ondata di proteste originata dal duplice assassinio di febbraio.

La polizia segue, per l'uccisione di Kuciak, una pista che porta a connessioni tra la politica locale e la 'ndrangheta.

(Fonte Afp)