Slovenia-Friuli Venezia Giulia, Zanin: cooperazione europea

Fdm

Trieste, 27 nov. (askanews) - Incentivare le iniziative di cooperazione economica già in essere tra FVG e Slovenia, ma soprattutto lo sviluppo di nuove progettualità comuni alle due comunità, anche nel campo della ricerca scientifica, sfruttando le risorse messe a disposizione dalla programmazione europea, con particolare riferimento all'Interreg e al Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

E' il tema approfondito dal presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, che a Lubiana, dopo la prima tappa alla Camera di Stato slovena, ha incontrato il Segretario di Stato presso il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Slovenia Dobran Božic. Accompagnato dai consiglieri regionali Gabrovec e Slokar e insieme all'ambasciatore italiano presso la Repubblica di Slovenia Paolo Trichilo e al console generale della Slovenia a Trieste, Vojko Volk, Zanin ha prospettato l'ipotesi di avviare una collaborazione anche nell'ambito del GECT Euregio senza confini, strumento di comune gestione politica transfrontaliera tra FVG, Veneto e Carinzia all'interno del quale è entrata recentemente, quale membro osservatore, la Regione Istriana. Prima della visita presso il dicastero degli Esteri, la delegazione regionale si era recata presso il Municipio dove ad accoglierlo è stato il vicesindaco della città di Lubiana Dejan Crnek, con il quale il presidente Zanin si è complimentato per la gestione e l'organizzazione del centro urbano e delle periferie e per gli ottimi livelli di qualità ambientale raggiunti. La visione di sviluppo di questa città avviata, dagli amministratori nel 2006, è divenuta - ha detto - un modello per il recupero delle bellezze architettoniche, la gestione della mobilità e i servizi offerti alla cittadinanza e ai visitatori. La giornata è terminata con la visita alla mostra "La Slovenia nei manifesti" della collezione Salce, allestita presso la Galleria Nazionale di Lubiana.