Slymetrix, la Start-up ‘dietro le quinte’ dell’e-commerce

·2 minuto per la lettura
Slymetrix, la Start-up ‘dietro le quinte’ dell’e-commerce
Slymetrix, la Start-up ‘dietro le quinte’ dell’e-commerce

Roma, 14 dic. (askanews) – Migliorare l’efficacia degli investimenti in e-commerce nei canali media digitali da parte delle aziende. E’ questa l’idea su cui sta lavorando Slymetrix, la Start up, che propone una piattaforma di 4 elementi tecnologici integrati, come spiega il Ceo Gabriele Taviani: “Slymetrix è una piattaforma che deve aiutare l’e-commerce a gestire i dati che consentono di aumentare le vendite, dietro le quinte supporta l’azienda nel creare valore, nello sviluppare il proprio business nell’e-commerce. Noi siamo una software house e quindi diamo una piattaforma che consente ai manager del marketing dell’e-commerce di analizzare i dati che ci sono nel rapporto tra i canali media dove loro investono per portare gli utenti all’interno del sito, quindi all’interno del negozio, e capire qual è il ritorno dell’investimento che fanno in questi canali”.

Quattro gli elementi della piattaforma: la definizione della programmazione economica, la pianificazione e canalizzazione delle campagne pubblicitarie, la raccolta dei dati di traffico legati alle vendite effettive e l’analisi dei dati per la definizione delle strategie di ottimizzazione degli investimenti.

“Una tecnica abbastanza complessa da descrivere ma molto efficace perchè dà la possibilità all’e-commerce di raggiungere tutti gli utenti potenzialmente interessati ad acquistare un prodotto nel loro e-commerce” prosegue Taviani. “Io vengo da due aziende dove è nata la nostra metodologia e dove si è consolidato il nostro modello di business, la nostra piattaforma: la prima è l’azienda acquistata dal gruppo smart box che si chiama ‘Emozione tre’ che oggi ancora distribuisce i pacchetti vacanza nei supermercati e l’altra è ‘Bottega verde’ dove ho consolidato il modello di approccio marketing all’e-commerce”.

L’emergenza Covid peraltro ha spinto ad incrementare gli acquisti on line, sottolinea il fondatore della star up accelerata da Lventure group: “Il problema è che l’e-commerce soprattutto quello basato sulla rete di negozi, sul ratail, non sono stati preparati a gestire questa grande domanda di vendita on line. Noi con la gestione dei dati vogliamo dare una mano all’e-commerce a rispondere in maniera tempestiva alla domanda del mercato on line”.