Smalling e Lukaku hanno risposto al "Black Friday" del Corriere dello Sport

Domani si gioca Inter-Roma e il Corriere dello Sport, nel preparare la partita, mette in prima pagina i giocatori di colore Romelu Lukaku e Chris Smalling con la scritta "Black Friday". Il titolo del giornale è stato particolarmente criticato dagli utenti sui social e anche dalle due squadre in questione. "Il calcio è passione, cultura e fratellanza. Siamo e saremo sempre contro ogni forma di discriminazione", ha scritto l'Inter in un Tweet.

Il calcio è passione, cultura e fratellanza.
Siamo e saremo sempre contro ogni forma di discriminazione
#BUU #BrothersUniversallyUnited #NoToDiscrimination #FCIM

— Inter (@Inter) December 5, 2019

La Roma ha risposto con lucida ironia, sfruttando la base di un famoso meme. "Nessuno: (parla ndr.). Assolutamente nessuno: (dice nulla ndr.) Nemmeno un'anima viva: (dice qualcosa ndr.).

No one:

Absolutely nobody:

Not a single soul:

Corriere dello Sport headline writer: pic.twitter.com/u2xpMLV5IH





— AS Roma English (@ASRomaEN) December 5, 2019

La risposta del giornale alle critiche

Il direttore Ivan Zazzaroni ha poi pubblicato sul sito del quotidiano sportivo la spiegazione della scelta di quel titolo commentando le numerose critiche ricevute:

Piattaforme digitali? Direi pattumiere. Truccate da rancori nobili. Sdegno a buon mercato. Un bel pensiero al giorno toglie il medico di torno. Eserciti di benpensanti di questi tempi affollano il web per tingersi di bianco le loro anime belle. Individuato il razzista di turno, vai, due colpi alla tastiera e via la macchia, ti senti un uomo migliore in un mondo migliore. Bianchi, neri, gialli. Negare la differenza è il tipico macroscopico inciampo del razzismo degli antirazzismi. La suburra mentale dei moralisti della domenica, quando anche giovedì è domenica. “Black Friday”, per chi vuole e può capirlo, era ed è solo l'elogio della differenza, l'orgoglio della differenza, la ricchezza magnifica della differenza. Se non lo capisci è perché non ce la fai o perché ci fai. Un titolo innocente, peraltro perfettamente argomentato da Roberto Perrone, viene trasformato in veleno da chi il veleno ce l'ha dentro.

Il commento di Smalling e di Lukaku

Anche i due protagonisti, del tutto involontari, della vicenda hanno affidato ai loro profili social il loro punto di vista. Smalling, su Twitter il difensore giallorosso e l'attaccante neroazzurro hanno incrociato i pensieri condannato quello che è successo in mattinata. Per Smalling, in particolare, è qualcosa di profondamente sbagliato e privo di tatto. 

pic.twitter.com/ZlhQCicEmc

— Chris Smalling (@ChrisSmalling) December 5, 2019

Per Lukaku, invece, il titolo del Corriere dello Sport è il "più stupido" che abbia visto invitando i giornalisti a fare "un lavoro migliore". Poi si è rivolto ai giovani spiegando che la chiave per combattere il razzismo è sempre l'educazione. 

pic.twitter.com/Hq7PTbFU6V

— R.Lukaku Bolingoli9 (@RomeluLukaku9) December 5, 2019

La presa di posizione di Roma e Milan

La Roma e il Milan hanno poi deciso di chiudere le porte dei centri di allenamento, Trigoria e Milanello, ai giornalisti del Corriere dello Sport dopo le polemiche sul titolo di apertura di oggi, 'Black Friday', in cui annunciava la supersfida di domani Inter-Roma con le foto dei due principali giocatori di colore delle due squadre, Lukaku e Smalling, e il titolo che appunto giocava con il doppio senso." Crediamo che tutti i giocatori, i club, i tifosi e i media - scrivono in un comunicato congiunto le due societa' - debbano essere uniti nella lotta contro il razzismo nel mondo del calcio ed e' responsabilita' di tutti noi essere estremamente precisi nella scelta delle parole e dei messaggi che trasmettiamo. In risposta al titolo "Black Friday" pubblicato oggi dal giornale, la Roma e il Milan hanno deciso di negare al Corriere dello Sport l'accesso ai centri di allenamento per il resto dell'anno e hanno stabilito che i rispettivi giocatori non svolgeranno alcuna attivita' mediatica con il giornale durante questo periodo. Entrambi i club sono consapevoli che comunque l'articolo di giornale associato al titolo "Black Friday" contenga un messaggio antirazzista ed e' questa la ragione per la quale sara' vietato l'accesso al Corriere dello Sport solo fino a gennaio. Restiamo totalmente impegnati nella lotta contro il razzismo"

Le reazioni dei tifosi e dai quotidiani esteri

La Fiorentina allega alla foto della prima pagina la didascalia "Speechless" (senza parole). Oltre ai social delle due squadra, molte critiche sono arrivate da parte di tifosi di diverse altre società unite contro quello che hanno giudicato un titolo razzista. "Io credo che il Corriere dello Sport abbia superato il limite", scrive un supporter giallorosso.

La prima pagina arriva a pochi giorni dalla lettera aperta "a chi ama il calcio", sottoscritta dai 20 club di A, che invita a schierarsi contro il razzismo. "UEFA: Tolleranza zero contro ogni forma di razzismo e discriminazione Lega serie A: Uniti contro il razzismo. Corriere dello Sport: BLACK FRIDAY", scrive un utente. Un altro attacca: "Comunque il Corriere Dello Sport e' degno rappresentante di questo paese e di questo movimento calcistico".

Una tifosa della Juventus scrive: "Quando in Italia smetteremo finalmente di catalogare e giustificare ogni cosa in nome di uno squallido spirito goliardico, potremmo diventare un paese civile Forse!". Un altro utente scrive: "Il titolo in questione e' formato da due parole e la foto di due giocatori. Tutto innocuo. Ma voglio usare una metafora: non e' il coltello ad essere un'arma, e' l'uso che se ne fa a renderlo potenzialmente pericoloso." I tweet arrivano da tutto il mondo.

"L'Italia aspetta ancora di raggiungerci nel 21esimo secolo", attaccano dall'Inghilterra. La notizia è stata riportata anche da diversi quotidiani in tutto il mondo. Dalla Russia agli Stati Uniti. Il Guardian ad esempio riprende le parole del FARE (football against racism in Europe) che scrive in un Tweet "I media alimentano il razzismo ogni giorno" allegando la prima pagina del quotidiano.