Smantellata rete internazionale di pedofili: 40 arresti e 140 vittime

Boston (Massachusetts), 4 ago. (LaPresse/AP) - Una vasta inchiesta di polizia nello stato del Massachusetts ha portato alla luce una fitta rete internazionale di pedopornografia: 43 le persone arrestate, residenti in sette diversi Stati, e almeno 140 le vittime accertate. Tra gli uomini fermati ci sono anche un burattinaio che vive in Florida, un direttore d'albergo del Massachusetts e un assistente domiciliare dei Paesi Bassi. Fondamentale, nelle indagini, è stato un coniglietto di peluche. Un agente federale sotto copertura, infiltrato nella rete, ha ricevuto da uno dei sospetti la fotografia di un bambino olandese insieme al peluche di 'Miffy', personaggio noto in una serie di libri dei Paesi Bassi. L'immagine del piccolo è stata mostrata in un programma televisivo che si occupa della ricerca dei bambini scomparsi e da lì l'attenzione si è concentrata su un 27enne, di Amsterdam, badante e baby sitter, da tempo sotto osservazione, che ha confessato di aver molestato oltre 80 bambini.

Secondo gli investigatori, oltre alle 140 vittime accertate, potrebbero esserci decine di altri bambini coinvolti. Sono migliaia, infatti, le fotografie di minori trovate sui computer dei sospetti. In un caso, addirittura, un bambino di due anni è stato fotografato dentro una teglia da forno. Le autorità, inoltre, stanno cercando di capire se i discorsi legati ad omicidi o ad azioni di cannibalismo, fatti da alcuni degli arrestati e intercettati dagli inquirenti, abbiano un fondo di verità o siano semplicemente fantasie contorte dei pedofili. I sospetti, oltre che negli Stati Uniti, vivono anche in Canada, Gran Bretagna, Germania, Svezia e Messico. La vittima più grande aveva 4 anni, la più giovane appena 19 giorni.

Ricerca

Le notizie del giorno