Smart Energy, Corazza: i target Ue sono molto ambiziosi

featured 1671073
featured 1671073

Roma, 15 nov. (askanews) – “Il Parlamento (europeo, ndr) ha fortemente voluto il Green Deal con target molto ambiziosi. Il Parlamento è convinto che il ruolo dell’innovazione sarà chiave per raggiungere questi target. Non riusciremo ad avere una transizione energetica senza investire molto in ricerca e innovazione”. Così Carlo Corazza, direttore degli uffici del Parlamento europeo in Italia, in occasione della Smart Energy Summit organizzato dall’Angi (associazione nazionale giovani innovatori).

“Le tecnologie che ci permetteranno di raggiungere i target – aggiunge – oggi non sono del tutto disponibili. L’evento di oggi con Angi, Terna, Enea e Cnr è particolarmente importante perché il focus deve essere sempre di più sull’innovazione. Dobbiamo lavorare tutti quanti insieme. Il Green Deal, la transizione energetica non può essere fatta contro la manifattura o i nostri centri di ricerca, ma con loro come partner e protagonisti. Sarebbe un grave errore fare politiche che allontanino l’industria, che è il primo investitore in innovazione e ricerca. L’industria è la soluzione, non è il problema. Il Parlamento europeo è consapevole che non abbiamo alternative. Lo vediamo con i fenomeni estremi che preoccupano i nostri cittadini, specie le nuove generazioni. Dobbiamo agire adesso e dobbiamo agire dando l’esempio come Unione europea, ma anche obbligando Cina e India e gli altri grandi inquinatori a seguirci”.