Smart Energy, Pietrucci (Terna): innovare accelera la transizione

featured 1671033
featured 1671033

Roma, 15 nov. (askanews) – “L’innovazione è un’opportunità, ma rappresenta al contempo lo strumento attraverso il quale perseguire la transizione energetica”. Così Marco Pietrucci, head of innovation di Terna, in occasione della Smart Energy Summit organizzato dall’Angi (Associazione nazionale dei giovani innovatori).

“Lo scenario energetico attuale sta imponendo delle evoluzioni enormi per raggiungere i target che ci siamo imposti come nazione ed Europa al 2030 – dice – l’innovazione è un approccio per evolvere le modalità di gestione della rete elettrica e integrare quante più fonti rinnovabili possibili. Quindi, trovare nuovi metodi e strumenti per poi raggiungere la transizione energetica”.

Questo è vero per tutti i soggetti appartenenti alla filiera energetica, ma lo è in particolar modo per Terna. “Terna l’innovazione la intende senz’altro come nuove modalità e strumenti per fare meglio il proprio mestiere – prosegue – ma Terna riveste anche un ruolo sistemico. Sa che deve innovare insieme con gli altri player e stakeholder della catena del valore, in maniera tale che raggiungiamo gli obiettivi della transizione. Terna sta facendo molteplici sforzi. Senz’altro ci sono campi e progetti in cui rivestiamo degli effort specifici. Un esempio è la digitalizzazione della nostra infrastruttura: per integrare un quantitativo sempre maggiore di fonti rinnovabili dobbiamo essere in grado di gestire il sistema elettrico nazionale sempre al punto massimo di transito e integrazione delle Fer (fonti energetiche rinnovabili, ndr). Per fare questo stiamo digitalizzando i nostri asset, i cavi, i tralicci, le nostre stazioni – conclude – ad oggi stiamo dispiegando una serie di sensori intelligenti che ci consentono di monitorare secondo per secondo quello che succede sulle singole linee”.