Smog, Pm10 oltre il doppio a Milano: ieri 106 milligrammi

Alp

Milano, 28 gen. (askanews) - Pm10 oltre il doppio a Milano: ieri le quattro centraline dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente della Lombardia (Arpa) attive in città, hanno registrato valori di particolato tra 96 e 106 microgrammi per metro cubo, contro i 50 della soglia massima. Il picco di particolato, 113, è stato registrato nella provincia del capoluogo lombardo, a Pioltello-Limito, mentre a Magenta si è arrivati a 89, a Cassano D'Adda 75, a Turbigo 67.

Sempre da quanto si evince dal "Bollettino della qualità dell'aria" di Arpa, ieri i limiti sono stati superati abbondantemente in quasi tutta la Lombardia. Pm10 altissimo nelle provincie di Monza (87 e 101), Pavia (71 e 74), Como (62), Bergamo (72-73), Brescia (67-72), Cremona (78-89), Lodi (52-79), Mantova (62-81). Leggermente meglio in quelle di Varese (49-68) e Lecco (48-82), mentre Sondrio, grazie alla sua altezza e posizione, si conferma l'unica provincia lombarda che si salva dall'emergenza smog.

Per quanto riguarda le previsioni, giovedì e venerdì si avranno "condizioni favorevoli all'accumulo" degli inquinanti. Di fronte a questa difficile situazione, Milano si prepara al blocco totale della circolazione, (auto elettriche e mezzi pubblici esclusi) prevista per domenica prossima. Lo ha annunciato a sorpresa ieri sera il sindaco Giuseppe Sala, spiegando che "quella per l'ambiente è una battaglia di lungo periodo, che si realizza attraverso misure strutturali e scelte di ampia visione, allo stesso tempo, però, le condizioni attuali mi inducono a intervenire in modo contingente".