Snam: con Sagat per prima fuel cell hydrogen-ready in Italia all'aeroporto di Torino

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 29 dic. (Adnkronos) – Sagat, società di gestione dell’aeroporto di Torino, e il gruppo Snam, attraverso la controllata Renovit specializzata in soluzioni di efficienza energetica, hanno sottoscritto un term sheet per la realizzazione di un sistema di fuel cell 'hydrogen-ready' in assetto cogenerativo da 1,2 MW di potenza presso l’aeroporto di Torino. La fuel cell sarà installata presso lo scalo di Torino, primo in Italia ad implementare una soluzione di questo genere, nel secondo trimestre del 2023.

"L'idrogeno – ha dichiarato Marco Alverà, amministratore delegato di Snam – avrà un ruolo chiave nel perseguimento dell’obiettivo delle zero emissioni nette in molteplici settori, incluse le infrastrutture aeroportuali e portuali. Con questo accordo, forniamo all’aeroporto di Torino una soluzione energetica efficace e innovativa in grado di abbattere da subito le emissioni e di integrare quantitativi crescenti di idrogeno per il raggiungimento della neutralità carbonica".

L’implementazione di questa soluzione, ha commentato Andrea Andorno, amministratore delegato di Torino Airport "rappresenta il progetto di punta del nostro programma di sostenibilità Torino green airport, annunciato a luglio scorso e che raggruppa tutte le iniziative di sostenibilità dello scalo, volte alla riduzione dei consumi e delle emissioni ambientali, confermando il nostro impegno concreto in questa direzione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli