Snam, più investimenti in nuovo piano, obiettivo zero emissioni nette al 2040

·1 minuto per la lettura
Il logo del gruppo italiano Snam a Roma

MILANO (Reuters) - Snam guarda al 2024 con un miliardo in più di investimenti rispetto al piano 2019-2023, a 7,4 miliardi, con quasi un raddoppio a 720 milioni di quelli nei business della transizione energetica nell'ambito di un piano che dovrebbe traghettare il gruppo verso l'obiettivo di zero emissioni nette al 2040.

"Il piano 2020-2024 apre una nuova fase della storia di Snam, che nella sfida climatica è ben posizionata per avere un ruolo di abilitatore della transizione energetica", ha detto in una nota l'AD Marco Alverà.

Il piano allo stesso tempo prevede di continuare a remunerare gli azionisti confermando una crescita del dividendo per azione del 5% annuo al 2022, con 2,5% di ulteriore crescita minima nel 2023 e 2024 a fronte di una crescita media annua dell'utile netto del 2,5% al 2024 (base 2019) mentre, per il solo 2021, la guidance è di un incremento del 3% circa rispetto a quella del 2020.

Il valore degli asset regolati (RAB, Regulatory asset base), che raggiungerà i 21 miliardi nel 2021, crescerà del 2,5% medio annuo nel periodo 2020-2024.

"Le necessità di sostituzione della rete implicano una crescita almeno in linea con questo trend nel periodo 2024-2040", dice la nota.

Per il 2021 Snam prevede un indebitamento a fine anno pari a circa 13,5 miliardi, tenuto conto degli investimenti previsti nell’anno di 1,4 miliardi.

(Maria Pia Quaglia, in redazione a Milano Sabina Suzzi)