"So dov'è l'arca di Noè": muore a 86 anni sul monte Ararat

·1 minuto per la lettura
(Getty Images)
Il monte Ararat (5.137 metri)

Era convinto di avere scoperto l'esatta posizione dell'arca di Noè. "La troveremo, entreremo all'interno e diffonderemo le immagini in tutto il mondo", aveva annunciato. Ma l'ingegnere Angelo Pelago, 86 anni, è morto prima di portare a termine la sua missione: un infarto lo ha colpito in Turchia, nel campo base da cui sarebbe dovuto partire, nella provincia di Dogubeyazit, a una trentina di chilometri dal confine con l'Iran. 

LEGGI ANCHE: La montagna dove si fermò l'Arca di Noè è stata riaperta agli alpinisti

Non era la prima volta che Pelago scalava il monte Ararat. Ma questa volta era convinto di avere risolto l'arcano che lo ossessionava da una vita. Voleva tentare per l'ennesima volta la scalata, convinto che l'arca fosse in un punto individuato sotto i ghiacci a circa 4.300 metri di altezza. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Gli scienziati vogliono spedire un'arca sulla Luna

La sua era la sfida di una vita. L'ingegnere Pelago la portava avanti da decenni e aveva già effettuato 22 scalate. Questa volta voleva raccogliere le prove della sua "scoperta" con l'ausilio di telecamere digitali. Purtroppo, non ce l'ha fatta. Inutile è stato il ricovero all'ospedale di Erzurum, dove è giunto in condizione critiche.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Ricostruita la vera Arca di Noé: quando la Bibbia entra nel dibattito sul cambiamento climatico

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli