Società: vince Top Ten Parolacce 2021 associazione ecologista 'Basta Merda In Mare' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il terzo posto della Top Ten delle Parolacce 2021 è stato invece conquistato dal 'rock con e senza filtri' dei Maneskin con la loro frase "La gente non sa di che ca..zo parla…. Vi conviene toccarvi i co…oni". LO scorso anno ha infatti segnato il successo planetario del Maneskin, il quartetto di ragazzi romani che hanno vinto il festival di Sanremo con 'Zitti e buoni', un brano rock che conteneva le due parolacce citate sopra. Per poter portare la canzone all’Eurovision Song Contest i Maneskin dovevano eliminare le volgarità, altrimenti sarebbero stati esclusi: così il verso "Vi conviene toccarvi i co…oni" è diventato "Vi conviene non fare più errori", e "La gente non sa di che ca…zo parla", è stati sostituito da un più neutro "Non sa di che cosa parla". C’è stato chi ha gridato allo scandalo, alla censura; ma loro hanno avuto un approccio più pragmatico: "Siamo ribelli, mica scemi" ha detto Damiano, il frontman del gruppo.

A salire al quarto posto della classifica è la gaffe "Una massa di imbecilli e cerebrolesi…. ca…zi loro" pronunciata il 4 ottobre 2021 al Grande Fratello Vip, Mediaset. I concorrenti del reality sono radunati in giardino. A un certo punto si sente nitidamente una voce fuori campo che dice "Una massa di imbecilli e cerebrolesi…. ca…zi loro". E’ una voce femminile dalla sala regia, dove qualcuno non si è accorto che il microfono fosse acceso. Il video è diventato virale: molti hanno pensato che la frase fosse un commento della regia sui concorrenti. Molti si sono indignati, come il campione paralimpico Giuseppe Campoccio.

"In serata la produzione (Endemol Shine Italy) si è finalmente scusata, prendendo le distanze dall’accaduto, senza però spiegare chi e perché avesse detto quelle frasi. Non lo sapremo mai" commenta l'ideatore della Top Ten delle Parolacce, Vito Tartamella, che ha inserito al quinto posto della sua classifica il titolo di Dagospia "Una figa di mediano" dedicato, il 27 luglio scorso, ad Agata Centasso, 31 anni, avvenente centrocampista del Venezia (serie C). Un titolo accompagnato da vari scatti di Centasso che hanno scatenato l'ira del Clud contro il sito di Roberto D’Agostino rendendo ancora più bollente la seconda estate dell'era Covid.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli