Sodano lascia ruolo decano, Papa rende carica quinquennale

webinfo@adnkronos.com

di Elena DavolioIl Papa, con un Motu proprio, rivoluziona l'ufficio del decano del Collegio cardinalizio. L'incarico non sarà più a vita ma durerà cinque anni.  

Vaticano, finisce l'era Sodano  

"Avendo accettato la rinunzia all’incarico di Decano del Collegio Cardinalizio del cardinale Angelo Sodano, che ringrazio vivamente per l’alto servizio reso al Collegio dei Porporati nei quasi quindici anni del Suo mandato, ed avuto anche riguardo al fatto che con l’aumento del numero dei cardinali, impegni sempre maggiori vengono a gravare sulla persona del cardinale decano, mi è sembrato opportuno che d’ora innanzi il cardinale decano, che continuerà ad essere eletto fra i membri dell’Ordine dei Vescovi secondo le modalità stabilite dal can. 352 § 2 del Codice di Diritto Canonico, rimanga in carica per un quinquennio eventualmente rinnovabile e al termine del suo servizio, egli possa assumere il titolo di decano emerito del Collegio Cardinalizio". Il Motu proprio porta la data del 29 novembre ma è stato reso noto oggi.  

Il cardinale Sodano, dopo 14 anni, ha rinunciato dunque all'ufficio di Decano del Collegio cardinalizio. Ne dà notizia la Sala stampa vaticana che spiega che il Papa oggi "ha accettato la rinuncia all'incarico di Decano del Collegio Cardinalizio del cardinale Angelo Sodano, al quale ha conferito il titolo di Decano emerito del medesimo Collegio Cardinalizio".