Soffoca la figlia con il cuscino: non accettava che fosse autistica

soffoca figlia cuscino

La donna non accettava che la figlia fosse autistica e ha quindi deciso di ucciderla a soli 3 anni soffocandola con un cuscino. A compiere il folle gesto è stata una madre irlandese che si è poi rivelata essere profondamente depressa. Dopo la nascita della figlia, alla bimba era infatti stata diagnosticata una forma di autismo che la donna non era mai riuscita ad accettare. La madre pare fosse ossessionata dalla malattia della figlia, a tal punto da convincersi che la malattia era in realtà più grave di quanto i medici le facessero credere.

Soffoca la figlia con un cuscino

Disperata e senza più alcuna speranza a cui aggrapparsi, la donna avrebbe afferrato un cuscino soffocando la bambina nel sonno. Secondo quanto riferito dai media locali, poco prima di compiere l’omicidio, la donna avrebbe cercato su Google le istruzioni per soffocare una persona che avrebbe poi seguito poco dopo ai danni della figlioletta. Il padre della bimba, e marito della donna, ha dichiarato di aver lasciato madre e figlia a guardare i cartoni animati per andare a lavorare. Al suo rientro era già accaduto il peggio.

Era depressa

Secondo quanto riferito dalla famiglia, la madre della piccola era depressa ed era caduta nella disperazione. Cercava continuamente informazioni sulle condizioni della figlia tentando di capire come aiutarla, ma forse proprio questa ossessione l’ha portata a superare il suo limite. Agli inquirenti la donna avrebbe detto di non ricordare nulla di quello che è accaduto: avrebbe chiamato i soccorsi credendo che la figlia si fosse sentita male. La donna sarà processata.