"Soldati", ecco CalendEsercito 2020 l'identità del soldato italiano -2-

Red/Gtu

Roma, 7 nov. (askanews) - "Armi, corpi e specialità differenti, legate a tradizioni, esperienze e prerogative spesso uniche, vengono coltivate e mantenute vive con grande attenzione e orgoglio", ha successivamente aggiunto il generale evidenziando inoltre che "tradizioni radicate e antiche delineano i molti volti dei nostri soldati e costituiscono il valore aggiunto di un esercito che, nella sua diversità, costituisce un'unica grande famiglia salda e coesa".

"Siamo orgogliosi che l'esercito italiano abbia scelto la Luiss per presentare l'edizione 2020 del suo calendario" ha dichiarato il direttore generale della Luiss Giovanni Lo Storto, spiegando una visione più ampia: "Questa iniziativa si inserisce nell'ambito di una stretta collaborazione tra la Luiss e lo stato maggiore dell'esercito tesa a migliorare la conoscenza reciproca tra i nostri studenti, i professionisti di domani, e le forze armate. La collaborazione con l'esercito italiano risponde alla domanda di esperienza pratica da parte degli studenti, utile per loro e per il loro inserimento nel mondo del lavoro. Guardare con i propri occhi quello che leggono sui libri è per i ragazzi un importante passo di crescita e una possibilità unica di capire la loro effettiva vocazione professionale".

"L'industria della Difesa svolge un ruolo fondamentale per lo sviluppo del Paese, in quanto pone le condizioni per la sua sicurezza, stabilità e crescita. Con responsabilità e orgoglio Leonardo rappresenta la punta di diamante dell'industria nazionale che, anche grazie alla stretta partnership con le forze armate nella definizione di nuove capacità e prodotti, riesce ad affermarsi con successo sui mercati internazionali", ha evidenziato l'amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo, ricordando: "Il nostro compito è quello di sviluppare le migliori tecnologie per la sicurezza e l'operatività dell'Esercito, con particolare attenzione all'utilizzatore finale, il soldato, al quale questo calendario è dedicato".(Segue)