I soldati italoamericani nei film sulla 2GM: stereotipi o eroi?

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 apr. (askanews) - Quando il Giappone attaccò Pearl Harbor (quest'anno ricorre l'ottantesimo anniversario) e gli Stati Uniti gli dichiararono guerra, anche l'Italia entrò in guerra con l'America in base al patto di alleanza siglato col Giappone.

Gli italiani che vivevano in America si ritrovarono senza colpe ad essere cittadini di un Paese nemico: alcuni furono allontanati dalle due coste, a tutti fu chiesto di scegliere tra Italia e Stati Uniti e quasi tutti scelsero l'America. Ma gli italoamericani furono il gruppo etnico che in percentuale più di ogni altro si arruolò per combattere la seconda guerra mondiale, e molti di loro vollero partecipare alla liberazione del Paese dove erano nati i loro genitori o i loro nonni.

Esistono quindi molti film di guerra ambientati nella seconda guerra mondiale che hanno almeno un soldato italoamericano tra i protagonisti. Ma finora nessuno li aveva mai analizzati, per capire come venivano descritti. Questa lacuna è stata colmata dal Professor Matteo Pretelli, che insegna all'Università di Napoli "L'Orientale" ed è uno dei più importanti studiosi italiani di storia dei rapporti tra Italia e Stati Uniti.