Sole 24 Ore: Napoletano a processo, Treu e Benedini... -2-

Fcz

Milano, 29 ott. (askanews) - Secondo l'accusa formulata dal pm Gaetano Ruta, titolare dell'indagine coordinata dal procuratore aggiunto Fabio De Pasquale, Napoletano, in veste di "amministratore di fatto" del gruppo editoriale che fa capo a Confindustria, Treu e Benedini avrebbero alterato i reali dati di diffusione del Sole 24 Ore comunicando ai mercati numeri "gonfiati" degli abbonamenti cartacei e digitali. Nel mirino dei magistrati milanesi sono finite in particolare circa 100 mila copie digitali multiple (vale a dire vendute "in blocco" ad aziende e poi distribuite a dipendenti, clienti o fornitori) dichiarate nel marzo 2016 dai vertici del gruppo ma relative al bilancio dell'anno precedente. Gli ex vertici del gruppo sono accusati di aver comunicato, nella nella semestrale 2015 e nel resoconto medio di gestione dello stesso anno, "fatti materiali non rispondenti al vero sulla situazione economica della società, in particolare sulle vendite delle copie digitali e cartacee e sui ricavi ad esse connessi" con l'obiettivo di "veicolare un messaggio largamente positivo sull'andamento economico" del quotidiano di Confindustria.