Soleimani, strage nella calca: 35 morti. Rinviata sepoltura

Soleimani, strage nella calca: rinviata sepoltura

La sepoltura del generale Qassem Soleimani nella sua città natale di Kerman è stata rinviata per ragioni di pubblica sicurezza, dopo che almeno 35 persone sono morte e altre 48 sono rimaste ferite nella calca durante la cerimonia.

La morte di numerosi partecipanti alla cerimonia è stata confermata alla tv di stato iraniana dal responsabile nazionale dei servizi di emergenza, Pir Hossein Koolivand. Alcune immagini diffuse online, infatti, mostrano scene di panico, con persone che giacciono per strada e altre che tentano di prestare soccorso.

VIDEO - Baghdad, la reazione alla morte di Soleimani

Intanto, l'Iran ha definito finora "13 scenari" per la risposta agli Stati Uniti dopo l'uccisione del generale Qasem Soleimani. Lo ha detto, come riporta Ansa, il leader del Consiglio per la sicurezza nazionale iraniano Ali Shamkhani: "Gli americani devono sapere che fino ad oggi abbiamo definito 13 scenari per vendicarci duramente e anche qualora si concretizzasse lo scenario più debole, sarà comunque un incubo per gli Stati Uniti".

LEGGI ANCHE: Iraq, è giallo: militari Usa pronti a lasciare il paese, smentita dal Pentagono

"Giuriamo alla nazione iraniana che la vendetta non sarà limitata a una sola operazione”, ha aggiunto, “tutte le forze dell'Asse della resistenza si vendicheranno duramente".

VIDEO - Una marea umana ai funerali di Soleimani