Solidarietà, Crea: favorire redistribuzione eccedenze cibo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 mar. (askanews) - Anche il Crea partecipa all'iniziativa di solidarietà alimentare promossa da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a conferma che il sistema agroalimentare rappresenta una risorsa determinante da cui poter ripartire, per aiutare, in occasione delle festività di Pasqua, circa 20.000 famiglie in grande sofferenza per l'emergenza Covid.

"Come principale Ente italiano di Ricerca sull'agroalimentare siamo orgogliosi di poter sostenere questa iniziativa concreta di sostegno a tante famiglie in difficoltà a causa delle conseguenze della pandemia. Il Sistema Paese, unito e solidale, a partire dalle Istituzioni, può fare tanto - spiega in una nota il presidente Crea Carlo Gaudio - Con il nostro Osservatorio sulle eccedenze, recuperi e sprechi alimentari ci impegniamo per promuovere attraverso nuove conoscenze un migliore recupero delle eccedenze alimentari e una più equa e capillare redistribuzione a favore delle categorie sociali svantaggiate. Il sistema agroalimentare, evidenzia il Rapporto 2020 dell'Osservatorio CREA che verrà pubblicato nei prossimi giorni, sta dando un contributo forte a favore dei bisognosi, come nel caso del surplus della frutta ricollocato dalle Organizzazioni di Produttori (OP) ortofrutta".

L'iniziativa, presentata oggi a Palazzo Chigi al premier Mario Draghi, prevede la distribuzione, lungo tutta la penisola, di pacchi di 50 kg per ciascuna famiglia di prodotti alimentari di qualità del nostro Made in Italy (pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano, biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott'olio, dolci e colombe pasquali, stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extra vergine di oliva, legumi e formaggi fra caciotte e pecorino).