Solidarità, cuore, mani: ricerca sui volontari della Caritas -3-

Red/Nav

Roma, 26 ott. (askanews) - Quasi tutti sentono che l'esperienza in Caritas li ha aiutati ad avere maggiore consapevolezza rispetto al territorio e alle sue problematiche (89,3%). L'87,4% afferma che l'esperienza di volontariato in Caritas l'ha aiutato a capire meglio le fragilità della città.

"Dalla ricerca - ha spiegato don Ambarus - emerge con chiarezza una circolarità positiva attivata dall'azione di volontariato. Chi si china per alleviare le sofferenze dei fratelli in difficoltà riceve a sua volta una carica di energia positiva di tipo affettivo attraverso un sorriso, una parola di riconoscenza, anche un semplice grazie".

Per il direttore "il volontario è una persona che sa quale direzione e quale senso dare alla propria vita. Ma è anche una persona che non ha paura di voltarsi a guardare chi è rimasto indietro. Un gesto, semplice e profondamente umano, che racchiude la forza e le speranze per una società più giusta".