Solidarità, cuore, mani: ricerca sui volontari della Caritas

Red/Nav

Roma, 26 ott. (askanews) - Negli ultimi cinque anni sono state 1.618 le persone che hanno partecipato ai Corsi di formazione al volontariato proposti dalla Caritas di Roma e si sono impegnati nei 52 servizi diocesani a sostegno dei poveri. Per due terzi sono donne, la metà è laureata (48%) e il 15% sono di origine straniera. Lo studio è stato presentato oggi nel corso della Giornata dei volontari che si è svolta alla Cittadella della carità. Don Benoni Ambarus: "il volontario è una persona che sa quale direzione e quale senso dare alla propria vita. Ma è anche una persona che non ha paura di voltarsi a guardare chi è rimasto indietro".

Per due terzi sono donne, la metà è laureata (48%) e il 15% sono di origine straniera. Oltre la metà (53%) ha un'età compresa tra i 36 e i 65 anni, mentre gli anziani sono il 16%.

È il quadro che emerge tra le 1.618 persone che hanno frequentato i Corsi base di formazione al volontariato promossi dalla Caritas di Roma negli ultimi cinque anni e che l'organismo diocesano ha analizzato nel primo rapporto sul volontariato dal titolo "Occhi, cuore mani". Lo studio è stato presentato questa mattina nel corso della "Giornata del volontario" che si è svolta presso la Cittadella della carità a Ponte Casilino. (Segue)