Somalia, almeno 100.000 bambini in fuga da violente inondazioni

Red/Sim

Roma, 1 nov. (askanews) - Circa 200.000 persone, tra cui almeno 100.000 bambini, sono state costrette a fuggire dalle proprie case nella città di Beledweyne a seguito delle forti piogge che continuano ad imperversare nelle regioni di Hiraan e Bakool, nella Somalia centrale. È l'allarme lanciato da Save the Children, l'Organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

Lo staff di Save the Children ha raccontato di interi quartieri sott'acqua, con famiglie in fuga su trattori, carri trainati da asini, barche e perfino a piedi. Decine di migliaia di famiglie con un disperato bisogno di cibo, acqua e altre necessità di base, vivono ora in campi improvvisati su terreni rialzati nelle aree circostanti maggiormente colpite. (Segue)