Somalia, Amnesty: nuove prove su uccisioni civili in raid Usa -5-

red/Mgi

Roma, 1 ott. (askanews) - "Siamo di fronte a un'altra ingiustizia che lascia sgomenti: tre civili morti, uno dei quali dopo una lunga agonia, e le loro famiglie lasciate sole a chiedersi perché l'esercito statunitense li abbia presi di mira e uccisi. C'è fortemente da dubitare su quanto Africom prenda sul serio i suoi obblighi di diritto internazionale", ha dichiarato Brian Castner, alto consulente di Amnesty International su Armi e Operazioni militari.

"Il governo degli Usa deve assicurare indagini approfondite e imparziali su tutte le denunce credibili di uccisioni di civili, chiamare a rispondere i responsabili delle violazioni accertate e fornire riparazione alle vittime e ai sopravvissuti. Come primo atto, potrebbe istituire un meccanismo di sicuro accesso per i cittadini somali che intendano denunciare vittime civili delle operazioni militari statunitensi".