Somalia, Nyt: dietro attacchi Bosaso la rivalità tra monarchie Golfo

Sim

Roma, 23 lug. (askanews) - Un attacco in Somalia dello scorso maggio attribuito ai jihadisti dello Stato islamico (Isis) in risposta ai raid aerei americani, "potrebbe essere espressione di un conflitto molto diverso: quello tra le ricche monarchie del Golfo, in competizione per acquisire potere e ricchezze nel Corno d'Africa". E' quanto scrive il New York Times, dopo aver ottenuto la registrazione audio di una telefonata all'ambasciatore del Qatar in Somalia da parte di un imprenditore molto vicino all'Emiro Tamim bin Hamad Al Thani.

"Gli attentati e gli omicidi, noi sappiamo chi c'è dietro", dice l'uomo d'affari, Khalifa Kayed al-Muhanadi, nella telefonata del 18 maggio scorso, circa una settimana dopo l'attentato compiuto davanti uffici governativi a Bosaso, nella regione semiautonoma del Puntland, nel Nord-Est della Somalia, che fece otto feriti.(Segue)