Sommelier, curatore di rubriche a tema e ristoratore notissimo era malato da tre anni di tumore

Gianni Pasolini
Gianni Pasolini

Lutto nel mondo del buon gusto: è morto a Trento lo chef Gianni Pasolini, sommelier, curatore di rubriche a tema e ristoratore notissimo era malato da tre anni di tumore. I media spiegano che Pasolini era socio del ristorante Due Spade, la cui gestione aveva in carico assieme ad Andrea Coluccia ed allo chef Simone Bordignon. Era fresco 47enne Gianni, ed aveva compiuto gli anni il 16 aprile, poi la neoplasia maligna che lo aveva colpito aveva accelerato il suo percorso nefasto e lo chef si è arreso nelle primissime ore del mattino di oggi, 11 giugno, intorno alle 2.30 a casa sua e sotto gli occhi impotenti della compagna e di sua madre.

È morto lo chef Gianni Pasolini

Pasolini era nativo di Milano ma si era trasferito a Trento ormai da anni. Finissimo enologo ed ottimo sommelier, nella sua carriera di successo aveva collaborato con aziende vinicole e professionisti, nonché organizzato eventi e comunicazione. Per un po’ il compianto chef aveva  tenuto una rubrica su un quotidiano online di Trento. La scomparsa di Pasolini ha gettato nello sconforto quanti lo amavano e ne apprezzavano doti umane e professionali.

L’addio social degli amici di Vivallis

Ecco un post Facebook della cantina Vivallis: “La gioia di vivere, il passo svelto, gli occhiali rossi e una parola buona per tutti. Impegnato, sorridente, discreto e premuroso. Un vulcano di idee con la mente sempre in moto perché, dicevi, non c’è tempo per fermarsi”. E in chiosa: “Hai combattuto come un leone, strappando alla vita tutto quello che poteva offrirti, vivendo le giornate con pienezza e spensieratezza fino all’ultimo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli