Sondaggi elettorali, Sgarbi: “Lega al 40%, M5s sotto il 10%”

Sondaggi elettorali Sgarbi

I dati dei sondaggi politici diffusi nei giorni della crisi di governo e della nascita del Conte bis mostrano risultati spesso contrastanti. Appare difficile riuscire a fotografare correttamente lo scenario politico di questa fase delicata per le istituzioni italiane. Tra i sondaggi elettorali più discussi in queste ore ci sono quelli riservati diffusi da Vittorio Sgarbi, che vedono la Lega in crescita e il M5s in forte calo.

Sondaggi elettorali riservati

Il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha rivelato di avere accesso ai dati di sondaggi elettorali riservati, senza però precisare la fonte. Secondo la ricerca citata, la Lega si sarebbe ripresa dal momentaneo calo accusato dopo l’apertura della crisi di governo e avrebbe raccolto ulteriori consensi, arrivando a toccare il 40%. In forte calo, invece, la popolarità del M5s dopo l’apertura all’accordo con il Pd (il sondaggio sarebbe infatti stato effettuato nel giorni in cui l’intesa non era ancora stata ufficializzata). La popolarità del Movimento sarebbe infatti scesa al di sotto del 10%, toccando il minimo storico.

Sgarbi contro Pd e M5s

Sgarbi ha divulgato i dati del sondaggio tramite la propria pagina Facebbok. Tramite social il sindaco di Sutri ha poi commentato le più recenti azioni politiche di Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio, descrivendoli come “figure marginali, non due protagonisti. Zingaretti è il finto segretario di un partito dominato da Matteo Renzi. Di Maio è un povero ragazzo che si è trovato nella sua inconsistenza a gestire un finto partito, un’anomalia grave”.