Sondaggi Emg: la Lega perde quasi un punto, stabili gli altri partiti

sondaggi emg

Gli ultimi sondaggi elettorali, realizzati da Emg e diffusi da Agorà su Rai 3, mostrano un calo della Lega che però rimane il primo partito. infatti, dai dati si evince il calo di quasi un punto del partito di Matteo Salvini, che passa dal 33,1% al 32,2% (-0,9%). Per quanto riguarda, invece, gli altri partiti non si registrano clamorose variazioni. Il Partito Democratico rimane la seconda forza politica in Italia (20,3%) e guadagna un decimo percentuale rispetto alla scorsa settimana. Il Movimento 5 stelle, infine, conquista uno 0,2% e si attesa al 18,7%. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni si colloca sempre intorno al 7,3% sbaragliando Forza Italia in calo a 6,8% (due decimi in meno del precedente sondaggio).

Sondaggi Emg, Lega in calo

Secondo i sondaggi di Emg presentati ad Agorà, la Lega è in calo di circa un punto percentuale ma rimane comunque in testa alla classifica delle preferenze degli elettori. Stabilità, invece, per gli altri partiti che confermano le loro posizioni. Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi, inoltre, guadagna consensi rispetto alle precedenti rilevazioni: dal 3,4% iniziale ha guadagnato un punto percentuale e si è piazzata come sesta forza politica italiana (terza invece nella maggioranza giallo rossa).

Il senatore Scandicci

Sempre restando su Italia Viva, il sondaggio Emg rivela che il 70% degli elettori considera il senatore Scandicci un alleato inaffidabile. Il 21%, invece, pensa il contrario e il 9% si rifiuta di rispondere. Dagli elettori della Lega, infine, aumenta il dissenso (88% inaffidabile) mentre quelli di M5s lo bocciano al 73%. Dal Pd il 43% considera Scandicci degno di fiducia.