Sondaggi fasulli sulle elezioni in Emilia-Romagna: la condanna del Pd

Emilia-Romagna

Domenica 26 gennaio vede come protagonista in tutta Italia le elezioni regionali in Emilia-Romagna. Nonostante Salvini abbia rotto il silenzio elettorale con un tweet su Twitter, per qualsiasi iniziale conteggio dei voti bisognerà attendere il primo spoglio alle urne.

Emilia-Romagna: la denuncia del Pd

In un clima di attesa per i primi risultati previsti per questa sera, il Partito Democratico denuncia la presenza di sondaggi falsi sulla piattaforma di Twitter. Infatti, sul profilo ufficiale del partito, dichiarano: “In questo esatto momento stanno girando sondaggi farlocchi, smentiti persino dalle agenzie che ne portano il nome. Qualcuno sta giocando sporco. Qualcuno sta tentando di ingannare e manipolare le persone pensando che siano stupide.Vi sveliamo un segreto: non lo sono. L’Emilia-Romagna è terra di gente che non si fa prendere in giro. L’Emilia-Romagna è terra di gente come Eligio Everri, 99 anni. Un partigiano, uno che ha combattuto contro chi voleva ingannare la povera gente. Eligio non ha perso una votazione dal 1946. Non ha bisogno di un sondaggio inventato per sapere da che parte stare. Sta con Stefano Bonaccini. E con la politica che non ha bisogno di dare il peggio di sé per vincere.Questa è l’Emilia-Romagna, fatevene una ragione. Voi e i vostri falsi sondaggi. Sarà la verità a vincere.”

La conferma di Youtrend

In contemporanea con le lamentele del Partito Democratico e la diffusione di sondaggi fasulli, la pagina ufficiale di Youtrend, organizzazione di analisi politica, ha confermato: “Ricordiamo che non stiamo svolgendo nessun exit poll e che il presunto “exit poll YouTrend” che sta circolando è da considerare privo di fondamento“.