Sondaggi politici elettorali La7: Lega in recupero, stabile M5s

sondaggi-politici-elettorali

Nei sondaggi politici elettorali di oggi 23 dicembre – ultime rilevazioni del 2019 – mandati in onda dal TgLa7 la coalizione di centrodestra si mantiene pressoché stabile, registrando tuttavia al suo interno sensibili variazioni nei singoli partiti. Per la precisione, la Lega guadagna oltre mezzo percentuale assestandosi al 32,9%, mentre Fratelli d’Italia perde due decimali arrivando a quota 10,5%. Perdite analoghe anche per Forza Italia che retrocede lievemente fino al 5,5%. In calo invece la maggioranza governativa giallo-rossa, con il M5s che si mantiene sugli stessi valori di sette giorni fa mentre il Pd cala di mezzo punto e arriva al 17,0%,. In flessione infine anche Italia Viva di Matteo Renzi, che perde uno 0,4% arrivando al 4,7%.

VIDEO - Salvini applaude la decisione del Senato sulla Cannabis

Sondaggi politici elettorali

Esaminando i dati elaborati da Swg, la Lega guadagna lo 0,7% rispetto a sette giorni fa, passando dal 32,2% al 32,9%. Situazione opposta invece per Fratelli d’Italia che perde lo 0,2% raggiungendo quota 10,5%, in linea comunque con il trend positivo di queste ultime settimane. Lieve flessione anche per Forza Italia che perde anch’esso lo 0,2% arrivando al 5,5%. Nel suo complesso, la coalizione dei tre principali partiti di centrodestra continua ad essere lievemente al di sotto della maggioranza assoluta dei consensi, stabilizzandosi al 48,9%.

sondaggi1

Valori diversi invece per i due principali alleati della maggioranza di governo, che complessivamente registrano un calo nei consensi. Il Pd perde infatti lo 0,5% arrivando a toccare quota 17,0%, mentre il M5s riesce a mantenere gli stessi valori della scorsa rilevazione mantenendosi al 15,7%. Arretramento anche per Italia Viva, che passa dal 5,1 al 4,7%.

VIDEO - Renzi: "Chi salva le banche, salva il territorio”

Gli altri partiti

Nel secondo pannello mostrato dal TgLa7 sono invece visibili le intenzioni di voto per i partiti che in caso di elezioni non supererebbero la soglia di sbarramento del 4%. In testa al sondaggio troviamo la coalizione elettorale tra Sinistra Italiana e Articolo Uno, che sale dello 0,2% passando dal 3,5% al 3,7%. Segue Azione di Carlo Calenda, che registra un’analoga crescita dello 0,3% passando dal 3,0% di sette giorni fa al 3,3%.

Seguono I Verdi che perdono invece lo 0,3% scendendo dal 2,3% al 2,0%, mentre +Europa vede aumentare lievemente i propri consensi passando dall’1,4% all’1,6%. Stabile infine partito del governatore ligure Giovanni Toti, che con il suo Cambiamo! rimane fisso all’1%. Salgono, dallo 1,9% al 2,1% gli italiani che voterebbero altri partiti, mentre coloro che preferirebbero astenersi salgono dal 38% al 40%.

sondaggi2