Sondaggi post voto in Emilia-Romagna: Lega resta saldamente primo partito

Sondaggi post voto Emilia-Romagna

I primi sondaggi post voto in Emilia-Romagna, stilati però prima delle elezioni del 26 gennaio 2020, vedono la Lega in testa nonostante alla tornata elettorale sia stata superata dal Partito Democratico. Continua poi la crescita di Fratelli d’Italia, unica forza politica che tanto in Calabria quanto in terra emiliano-romagnola è cresciuta in cosensi rispetto alle più recenti Europee 2019.

Sondaggi post voto Emilia-Romagna

La Meloni, che alle regionali è riuscita a battere Di Maio (o meglio Crimi) con un 8,6% a 4,7%, sta raggiungendo il Movimento 5 Stelle anche a livello nazionale. Si attesterebbe infatti intorno al 10,6%, di poco inferiore al 14,9% che, stando a SWG, otterrebbero i grillini. L’alleato Salvini rimane stabile intorno al 33,2%, dato superiore a quello effettivamente ottenuto in Emilia-Romagna dove si è fermato al 31,9% superato di quasi tre punti dai dem.

Se si votasse per le politiche, la loro percentuale di consensi sarebbe invece dimezzata e indietreggerebbe al 17,5%. Quanto a Forza Italia, primo partito in Calabria ma con il solo 2,56% nella regione di Bonaccini, alle nazionali crescerebbe dello 0,8% rispetto alla settimana precedente.

I dati confermano quindi una coalizione di centrodestra in grado di vincere ipotetiche elezioni anticipate ottenendo un notevole vantaggio sulle forze attualmente al Governo, anche se si presentassero tutte unite. La circostanza rimane comunque altamente improbabile dato che la maggioranza sta spingendo per far approvare una legge elettorale proporzionale. Eventuali alleanze verrebbero quindi fatte soltanto dopo il voto e non prima, come prevedrebbe invece un sistema maggioritario.