Sondaggio Emg/Adnkronos, sì a misure più rigide per 'salvare' Natale

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

Sacrifici oggi per 'salvare' le feste di Natale tra poco più di un mese. Tre italiani su quattro si dicono d'accordo con le misure che il governo si appresta a prendere, come le limitazioni alla circolazione la sera e agli spostamenti da e per le regioni più esposte al contagio da Covid-19. E' quanto emerge da un sondaggio Emg-Acqua/Adnkronos. "Il Governo cerca di frenare la diffusione del Covid con coprifuoco e limitando la libertà di spostamento. Lei è favorevole a maggiori sacrifici adesso per salvare il Natale e poter passare le festività in famiglia?". Questa la domanda alla quale il 76% del campione intervistato risponde sì. Solo il 12% si schiera dichiaratamente per il no, mentre un altro 12% preferisce non rispondere.

Tra i favorevoli, percentuale leggermente superiore alla media tra gli uomini (il 78%) rispetto alle donne (il 74%). Molto diversificata la risposta per fasce d'eta: tra i favorevoli alle misure restrittive solo il 53% è under 35, il 70% tra i 35 e i 54 anni, mentre è tra gli over 55 ben il 91% di coloro che sono d'accordo. Anche l'analisi per aree geografiche mostra delle differenze significative: tra i favorevoli, infatti, il 66% è al Nordest e il 73% al Nordovest, ben sotto la media nazionale. Il Sud è in linea con il dato nazionale, al 77%, appena sopra la media nazionale. La maggiore concentrazione di favorevoli si registra al Centro, con l'85%, e nelle Isole, con l'87%, ben al di sopra del dato nazionale.

Il sondaggio, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne per sesso, età, regione, classe d'ampiezza demografica dei comuni, è stato realizzato il 2 novembre 2020 con il metodo della rilevazione telematica su panel, su un campione di 1425 casi (universo: popolazione italiana maggiorenne), e presenta un intervallo fiduciario positivo/negativo del 2,3%. Totale contatti: 2000, tasso di risposta 71%; rifiuti/sostituzioni 575 (tasso di rifiuti 29%).