Sondaggio Noto: Lega ai livelli delle elezioni europee, calo M5s-Pd

sondaggi

Secondo l’ultimo sondaggio, realizzato da Antonio Noto per il Quotidiano Nazionale, la Lega sta ottenendo i risultati che l’hanno contraddistinta nelle elezioni europee dello scorso maggio. Ma mente continua inarrestabile la salita del Carroccio, altrettanto netta risulta la caduta del PD e di M5s. Le due forze politiche al governo, infatti, hanno perso molti punti in un solo mese. Per questo, alcuni parlano di “ottobre nero” per descrivere un mese di sconfitte (alle regionali in Umbria), discussioni per la Manovra, per le tasse e battibecchi sui migranti tra le forze politiche. Vediamo nel dettaglio le percentuali dei partiti maggiori.

Sondaggio Noto: partiti maggiori

Il sondaggio realizzato da Antonio Noto mostra una Lega di Matteo Salvini al 33,2%: un livello raggiunto già lo scorso maggio alle elezioni europee (in crescita del 3,2% rispetto al mese scorso). La leggera caduta dei consensi dovuta alla crisi agostiana, dunque, sembra aver fatto il suo corso e non lascia alcuna traccia sul Carroccio. Di contro, il Partito Democratico ha perso 5 punti in un mese, a braccetto con un Movimento 5 stelle in calo di 3,5 punti e LeU in discesa di un punto. L’unico che cresce, infine, è Matteo Renzi: Italia viva, partito dal minimo, ha raggiunto il 6% nei consensi.

Fratelli d’Italia e Forza Italia

Il centrodestra è uscito rafforzato dalle regionali in Umbria: in particolare Giorgia Meloni ha quasi raddoppiato i consensi del suo partito. Fratelli d’Italia, secondo il sondaggio Noto, cresce dell’1,5% attestandosi intorno al 9%. Forza Italia, invece, aumenta del 2% dopo un lieve calo nelle ultime settimane.

Un bilancio generale del mese di ottobre vede il centrodestra salire di 6,7 punti totali. Il macigno che pesa sul calo dei consensi alla maggioranza, da quanto si apprende, sembra essere proprio la Manovra (56%). Solo il 33% degli italiani è positivo rispetto alla legge finanziaria.