Sondaggio Pagnoncelli: in calo M5S, PD e Lega, boom di Renzi e Meloni

Matteo Renzi (Photo by Simona Granati - Corbis/Getty Images)

L’ultimo sondaggio elettorale realizzato dall’Istituto di Nando Pagnoncelli evidenzia il forte calo del Partito Democratico (perde quasi tre punti percentuali in un mese) e del Movimento 5 Stelle (perde tre punti e mezzo). A beneficiarne è Italia Viva, la nuova “creatura” politica di Matteo Renzi, che registra il 4,8% dei consensi. Crescono Fratelli d’Italia e Forza Italia, mentre la Lega di Salvini perde un punto percentuale ed è stimata al 30,8%.

SFOGLIA LA GALLERY: M5s in rivolta, i sei errori di Luigi Di Maio

I nuovi dati pubblicati da IPSOS sul Corriere della Sera arrivano proprio alla vigilia del primo vero snodo cruciale per il governo guidato da Giuseppe Conte: la presentazione della Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza (NADEF). L'esecutivo nel suo complesso vede crescere le valutazioni positive da parte degli italiani (ora al 39%), anche se restano alte le critiche all'interno degli elettorati di PD (30% è contrario al governo) e M5S (25% di contrari).

VIDEO - Chi è Giorgia Meloni?

Nel dettaglio dei singoli partiti, invece, va registrato il calo della Lega, stimata al 30,8%, un punto in meno rispetto alla rilevazione precedente, ma ben 5 punti al di sotto delle stime precedenti alla decisione di aprire la crisi di governo in agosto. Cala ancora il Movimento 5 Stelle (20,8% dei consensi) anche se i pentastellati ottengono un risultato migliore di oltre 3 punti rispetto a quello raccolto alle ultime elezioni europee. In flessione anche il Partito Democratico, con il 19,5% conseguenza, a quanto pare, della scissione voluta da Matteo Renzi (che con Italia Viva raggiunge il 4,8%).

LEGGI ANCHE: Tassa sulle merendine, Salvini contro la riforma di Conte

Bene Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, ora al 9% e circa due punti sopra Forza Italia, ferma al 7%. Piuttosto basso il riscontro delle altre forze di Sinistra, sotto il 3%, mentre +Europa scende addirittura all'1%. Complessivamente, il centrodestra unito raccoglierebbe una percentuale vicina al 50%.

Interessante anche il dato riportato sui singoli leader e “volti noti” delle varie forze di governo, tutti con gradimento piuttosto basso: Di Maio al 26%, Franceschini al 21%, Speranza al 19%, Bellanova al 19%.

VIDEO - Chi è Matteo Renzi?