Sondaggio: in Toscana Giani batte tutti, è al 48% dei consensi

webinfo@adnkronos.com

Eugenio Giani (Pd), presidente del Consiglio regionale della Toscana, candidato presidente della Regione per il centrosinistra, batterebbe sia l'europarlamentare Susanna Ceccardi (Lega) che Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di centrodestra di Grosseto. Lo dice un sondaggio commissionato dal Pd nazionale alcune settimane fa alla società Emg Acqua di Fabrizio Masia.  

Ma per superare il centrodestra il Pd deve correre insieme a Italia Viva e alla sinistra. Tutti insieme, altrimenti il risultato è una lotteria aperta, riferisce un articolo dell'edizione fiorentina di "La Repubblica". Il sondaggio è stato realizzato su un campione di mille cittadini toscani. 

Secondo il sondaggio, Giani toccherebbe punte del 48% di consensi mentre lo sfidante che si avvicina di più è Vivarelli Colonna con il 40,5% mentre se scendesse in campo Ceccardi arriverebbe al 40% e il deputato di Fdi Giovanni Donzelli al 39,5%. Il candidato del Movimento 5 stelle (al momento non ufficializzato) arriverebbe al 9%. 

E tra i partiti il Pd resterebbe il primo con il 30%, seguito dalla Lega al 27%. Fdi viene indicato all'8% e Forza Italia al 6%, M5s al 10%, Italia Viva al 7%. Un'alleanza di sole forze di sinistra è quotata al 4%. 

Oltre a rivelare l'orientamento elettorale, il sondaggio rivela anche i problemi che stanno a cuore ai toscani. L’86% degli intervistati dice di ritenersi soddisfatto della qualità della vita in Toscana, su una scala da 1 a 10 il voto medio è di 7,4. Sorprendono però le problematiche più urgenti indicate dagli intervistati: solo l’11% parla di sicurezza e delinquenza e appena l’8% della riduzione dei flussi migratori mentre il 44% invoca attenzione al tema del lavoro e dell’occupazione e il 42% parla di sanità come questione prioritaria.