Sondland: abbiamo fatto pressioni su Ucraina su ordine di Trump

A24/Pca

New York, 20 nov. (askanews) - Gordon Sondland, l'ambasciatore statunitense presso l'Unione europea, dirà davanti alla commissione Intelligence della Camera, che indaga per il possibile impeachment del presidente Donald Trump, di aver lavorato con Rudy Giuliani e altri funzionari a una campagna di pressione sull'Ucraina per convincerla a indagare sull'ex vicepresidente Joe Biden "perché il presidente ci ordinò di farlo".

"Il segretario Rick Perry, l'ambasciatore Kurt Volker e io abbiamo lavorato con Rudy Giuliani sull'Ucraina su espressa indicazione del presidente degli Stati Uniti. Ma non volevamo lavorare con Giuliani" dirà tra pochi minuti, secondo il suo discorso preparato per l'apertura dell'audizione, ottenuto dalla Cnn.