Sonia Alfano: "Insulti di Cateno De Luca a giornalista rievocano dolore e terrore"

(Adnkronos) - "Gli insulti rivolti da Cateno De Luca al giornalista Giacinto Pipitone, sono la peggiore rievocazione delle minacce che hanno vissuto i giornalisti uccisi dalle mafie, per aver osato raccontare i fatti. De Luca minaccia di abolire la libertà di stampa, parla come se ci fossero liste di proscrizione. Insomma chi osa dissentire o raccontare la verità, è un nemico da insultare e minacciare". Lo afferma all’AdnKronos Sonia Alfano.

"Da figlia di giornalista ucciso dalla mafia - aggiunge - per aver raccontato la verità proprio in questa terra, non posso permettere che questo accada. Non uccide solo il piombo, ma uccidono anche le parole e il silenzio di chi non interviene davanti ad insulti e minacce".

"Chiunque oggi - conclude Sonia Alfano - ha il dovere di intervenire e di pretendere che alcuno, specie se candidato a governare la regione siciliana, possa utilizzare parole e metodi che rievocano dolore e terrore". (di Francesco Bianco)