Sonia Bruganelli difende Elisabetta Franchi: "L'azienda è sua, paga chi vuole"

Sonia Bruganelli
Sonia Bruganelli

Sonia Bruganelli è interenuta sul caso Elisabetta Franchi prendendo le difese della stilista che, nelle scorse ore, è finita nell’occhio del ciclone per alcune sulle sue dichiazioni in merito alle assunzioni femminili all’interno della sua azienda.

Sonia Bruganelli difende Elisabetta Franchi

Sonia Bruganelli ha preso le difese di Elisabetta Franchi che, nelle scorse ore, è stata travolta da una vera e propria bufera a causa di alcune sue dichiarazioni. “Nelle cariche importanti assumo solo donne ’anta’ che hanno già fatto figli perché non possono mancare per due anni. Nella mia azienda ci sono tante donne, che, però, hanno già fatto vari giri di boa: figli, matrimonio, separazione, così possono lavorare al mio fianco ’H24’”, aveva detto la stilista scatenando una bufera. Sonia Bruganelli è intervenuta in sua difesa affermando:

“Il modo di Elisabetta Franchi di esprimere la sua politica aziendale non sarà sicuramente stato gradevole ma ricordo che è la sua azienda, che paga lei i suoi dipendenti e credo sia libera di assumere chi reputa più opportuno. E adesso scatenatevi pure con la vostra demagogia”.

Le scuse di Elisabetta Franchi

Contro la famosa stilista si sono scagliati esponenti del mondo della politica e della cultura e a seguire lei si è sfogata affermando che le sue parole sarebbero state strumentalizzate. “l’80% della mia azienda sono quote rosa, di cui 75% giovani donne impiegate e 5% dirigenti e manager; il restante 20% sono uomini di cui 5% manager. C’è stato un grande fraintendimento per quello che sta girando sul web, strumentalizzando le mie parole… La mia azienda oggi è una realtà quasi completamente al femminile”, ha replicato Elisabetta Franchi dopo la tempesta di accuse.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli