“Sono 30.000”, una via a Buenos Aires ricorda i desaparecidos

·1 minuto per la lettura
featured 1490747
featured 1490747

Roma, 31 ago. (askanews) – In occasione della Giornata internazionale dei desaparecidos, una strada di Buenos Aires è stata re-intitolata “Sono 30.000” (“Son 30000”), proprio lì dove si trovava l’Esma, l’ex centro di detenzione e tortura dell’ultima dittatura militare argentina.

Si stima infatti che 30.000 persone siano “sparite” nel corso della “guerra sporca”, il programma di repressione condotto durante la dittatura militare argentina tra il 1976 e il 1983.

Alla cerimonia, al fianco del ministro dell’Istruzione argentino Nicolas Trotta ha partecipato Taty Almeida, esponente delle Madri di Plaza de Mayo:

“Sempre li ricorderemo, però oggi in modo particolare. E soprattutto ai nostri cari 30.000, perché sono 30.000”, ha rimarcato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli