"Sono gay": Carl Nassib è il primo giocatore della NFL a fare coming out

·1 minuto per la lettura
(Photo by Ethan Miller/Getty Images)
(Photo by Ethan Miller/Getty Images)

"Come va, gente? Voglio prendermi un momento per dire che sono gay”. Carl Nassib, giocatore di football americano dei Las Vegas Raiders, è il primo professionista della National Football League (NFL) a fare coming out. Il 28enne ha pubblicato un breve video su Instagram per dichiarare pubblicamente la propria omosessualità: “Volevo farlo da tempo, finalmente mi sento abbastanza a mio agio per togliermi questo peso”. 

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L’atleta ha spiegato di essere una persona piuttosto riservata e di aver deciso di fare coming out perché crede che “la rappresentazione e la visibilità” delle persone della comunità LGBT+ siano “davvero importanti”.

GUARDA ANCHE: Amici 20, Leonardo Lamacchia e il coming out: «L'amore non può essere un problema»

“Spero che un giorno video come questi e l'intero processo del coming out non siano necessari. Ma fino a quel momento, farò il massimo per promuovere una cultura che accolga e che esprima empatia”. Il 28enne ha poi aggiunto che inizierà a collaborare con il Trevor Project, un’organizzazione non-profit americana che si occupa di prevenzione al suicidio dei giovani della comunità LGBT+.

La Nfl ha espresso il proprio sostegno al giocatore. "La Lega è orgogliosa di Carl, che con coraggio ha condiviso la sua verità oggi". "Siamo nel 2021. Non cambia la mia opinione su di lui come persona o come Raider", ha detto Mark Davis jr, proprietario dei Raiders.

GUARDA ANCHE: Il figlio di Gascoigne: "Papà ha accettato il mio coming out"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli