Sono stati cancellati 360 voli per lo sciopero del personale di Ryanair, Volotea e Easyjet

no credit

AGI - Lo sciopero del personale di Ryanair, EasyJet e Volotea ha portato alla cancellazione di 360 voli. Lo riferisce all'AGI Claudio Tarlazzi, segretario generale della Uiltraporti, il sindacato che ha promosso lo sciopero di 4 ore del personale di volo di EasyJet (ore 13-17) e di Volotea (ore 10-14) e insieme a Filt Cgil ha proclamato lo sciopero nazionale di 4 ore (ore 10-14) di piloti ed assistenti di volo di Ryanair, Malta Air e della società CrewLink. Anche l'Usb ha proclamato lo sciopero del persone di Easyjet (ore 13-17).

"Lo sciopero sta andando bene, c'è una grande partecipazione - ha sottolineato Tarlazzi - anche con punte del 90%. Le ragioni della protesta c'erano tutte perché le condizioni di lavoro in queste compagnie aeree tolgono la dignità al lavoro". In un comunicato, Uiltrasporti e Filt criticano "l'impossibilità di aprire un confronto dedicato alle problematiche che da mesi affliggono il personale navigante".

"Tra le questioni aperte - spiegano le organizzazioni sindacali - il mancato adeguamento ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale, il perdurare di un accordo sul taglio degli stipendi (contingency agreement) non più attuale, arbitrarie decurtazioni della busta paga, il mancato pagamento delle giornate di malattia, il rifiuto della compagnia di concedere giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva e la mancanza di acqua e pasti per l'equipaggio".

"In assenza di segnali concreti da parte di Ryanair - avvertono Filt Cgil e Uiltrasporti - quella di oggi sarà solo la prima azione di sciopero di una serie che interesserà tutto il periodo estivo".

"Altissima adesione di piloti e assistenti di volo, con punte fino al 90% allo sciopero nazionale, indetto oggi, dei lavoratori di Ryanair". A comunicarlo Filt Cgil e Uiltrasporti che continuano: "I numerosi voli cancellati (oltre 30 solo all'aeroporto di Bergamo Orio al Serio) e la grande partecipazione registrata oggi sono la dimostrazione del grande disagio che vivono quotidianamente le lavoratrici e i lavoratori di questa compagnia".

Secondo le due organizzazioni sindacali "turni fino a 14 ore senza fornire acqua e cibo a piloti ed assistenti di volo, mancato adeguamento ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale, il perdurare di un accordo sul taglio degli stipendi (contingency agreement) non più attuale visti i volumi di traffico, arbitrarie decurtazioni in busta paga, mancato pagamento delle giornate di malattia, rifiuto di concedere giornate di congedo obbligatorio durante la stagione estiva sono le motivazioni che ci hanno spinto a proclamare questo giorno di protesta".

"Ci aspettiamo ora - concludono Filt Cgil e Uiltrasporti - che la compagnia ci convochi per aprire finalmente un tavolo di confronto sulle questioni aperte, in caso contrario saremo costretti a continuare la nostra azione con altri scioperi e manifestazioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli