Sora in lutto per la morte dei concittadini

·1 minuto per la lettura
marcelli
marcelli

La famiglia Marcelli di Sora è stata sterminata dal Covid-19. Prima i coniugi Ciro e Maria, infine il figlio Augusto. Mentre i genitori avevano patologie pregresse, quest’ultimo era perfettamente sano. La comunità piange la loro scomparsa. Nel rione di San Rocco erano conosciuti da tutti perché il padre e il cinquantacinquenne erano elettrauti, sempre disponibili ai concittadini.

La famiglia distrutta dal Covid-19

La tragedia è avvenuta a Sora, in provincia di Frosinone. Nel giro di un mese si sono ammalati Ciro e Maria. Erano entrambi anziani e non ce l’hanno fatta. Per Augusto Marcelli, invece, si credeva che potessero esserci grandi speranze. Negli ultimi giorni il cinquantacinquenne, ricoverato all’ospedale “Spaziani” a seguito di una crisi respiratoria, sembrava essere migliorato. Poi si è spento, come era accaduto poco prima ai genitori.

Augusto Marcelli lascia la moglie e una figlia. In tanti in queste ore hanno voluto rendere omaggio al grande lavoratore, davanti alla saracinesca in cui lavorava come elettrauto. Un mestiere che aveva ereditato proprio dal padre, tanto che nell’insegna compare ancora il nome di quest’ultimo. “Non mi sento bene ma il pezzo c’è, e appena possibile ripariamo la macchina“, aveva scritto ad un cliente dall’ospedale pochi giorni prima di morire. La sua scomparsa ha suscitato grande commozione.