Sordelli (Volkswagen): 'Problema infrastrutture ricarica è di qualità non quantità'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 mag. (Adnkronos) – Nella transizione verso la mobilità elettrica "bisogna lavorare in ottica di infrastrutture di ricarica. In Europa stanno crescendo, non così velocemente come si sta diffondendo l'auto elettrica. In Italia non credo ci sia un problema di quantità, ma di qualità e localizzazione geografica". Lo ha affermato Stefano Sordelli, Future Mobility Director di Volkswagen Group Italia, nel corso della prima edizione del Mobility Forum.

"Abbiamo stretto importanti accordi con le aziende che si occupano di energia" con l'obiettivo di "moltiplicare per cinque i punti di ricarica ad alta potenza da oggi al 2025. Lo abbiamo fatto in Italia con Enel, dando vita a una joint venture, che è già sorta ma che verrà ufficializzata nei prossimi mesi, per portare 3.800 punti di ricarica ad alta potenza, che assieme ai punti di ricarica in ambito privato saranno fondamentali per abilitare la mobilità elettrica per tutti", ha concluso Sordelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli