Sorpresa gelida

webinfo@adnkronos.com

Novembre con il suo carico di pioggia non è ancora finito. Gli esperti de 'ilMeteo.it' spiegano che nel corso della giornata di lunedì "un profondo ciclone di passaggio sul nostro Paese porterà ancora tante piogge e rovesci in particolare al Centro Sud e sulle due Isole Maggiori. Tra Sardegna e Sicilia soffieranno anche fortissimi venti di Maestrale con raffiche ad oltre 70 km/h e locali mareggiate lungo le coste più esposte". 

"Martedì invece la giornata trascorrerà con tempo un po' più stabile con maggiori schiarite specie al Centro Nord. Ultime piogge solamente sulle coste tirreniche di Campania, Calabria e tra alta Toscana e Liguria di Levante. Purtroppo la tregua durerà ben poco - avvertono gli esperti - infatti la Porta dell'Atlantico rimarrà ben aperta e tra mercoledì e giovedì una nuova intensa perturbazione farà il suo ingresso a partire dalle regioni nord-occidentali".  

"Massima attenzione - sottolineano - in particolare sulla Liguria dove non escludiamo la possibilità di formazione di pericolosi temporali autorigeneranti in grado di scaricare al suolo dei veri e propri nubifragi. I rovesci poi interesseranno anche il resto dei settori settentrionali, con nuove nevicate sull'arco alpino a partire dai 1200 metri di quota, e infine, nella giornata di giovedì 28, anche il resto del Centro-Sud".  

"Dalla giornata di venerdì e per tutto il fine settimana le configurazioni a livello europeo inizieranno a cambiare radicalmente, lasciando spazio a fredde correnti in arrivo dai quadranti settentrionali. Questo - concludono - potrebbe essere l'inizio di una prima gelida sorpresa attesa poi per il prossimo mese di dicembre".