Sorpresi in capannone in Brianza con 276 kg marijuana: 5 arresti

Alp
·1 minuto per la lettura

Milano, 17 nov. (askanews) - I carabinieri hanno arrestato in provincia di Monza cinque persone trovate in possesso di 276 chili circa di marijuana. Lo ha riferito l'Arma, spiegando che i cinque, tre italiani pregiudicati e due stranieri incensurati, sono stati sorpresi in un capannone in via Della Longura a Misinto, in provincia di Monza. L'operazione scattata nel pomeriggio del 14 novembre scorso (ma è stata resa nota soltanto oggi), è stata portata a termine dai militari della Compagnia di Sesto San Giovanni (Milano), insospettiti dai movimenti di alcune auto guidate da pregiudicati residenti nella zona di confine tra la provincia di Monza-Brianza e Milano, che si dirigevano nel magazzino aziendale. All'arrivo dei carabinieri, i soggetti, presi alla sprovvista, hanno tentato di distruggere alcuni cellulari e di fuggire ma sono stati bloccati dai militari che avevano circondato l'edificio. Nel corso delle perquisizioni nel capannone e a bordo della auto degli arrestati, sono stati sequestrati i pacchi termosaldati da un chilo ciascuno di "erba", contenuti all'interno di trenta scatole di cartone, mille euro in contanti, diversi telefoni e materiale informatico. In casa di due degli arrestati sono stati sequestrati altri quattromila euro in contanti ritenuti sempre provento dell'attività di spaccio. Sempre secondo quanto spiegato dall'Arma, lo stupefacente sequestrato avrebbe un valore all'ingrosso di 1,38 milioni di euro. I cinque, tra i 26 ed i 64 anni, sono stati reclusi nella casa circondariale di Monza.