Sorteggi Champions: sorridono Juve e Atalanta, il Napoli pesca il Barça

Champions League, ottavi di finale

A Nyon, in Svizzera, sono stati sorteggiati gli ottavi di finale della Champions 2019-2020: sorridono Juventus e Atalanta che hanno pescato rispettivamente Lione e Valencia. Sfortunato invece il Napoli di Gattuso, accoppiato al Barcellona di Messi. In programma anche la supersfida Real Madrid-Manchester City. Le gare di andata si disputeranno il 18-19 e 25-26 febbraio 2020. Ritorno, 10-11 e 17-18 marzo 2020.

LEGGI ANCHE: Europa League, sorteggi: l'Inter pesca il Ludogorets, la Roma il Gent

L’esito dei sorteggi - Ottavi di Champions

  • PSG (FRA) - Borussia Dortmund (GER)

  • Manchester City (ING) - Real Madrid (SPA)

  • Valencia (SPA)  - Atalanta (ITA) 

  • Liverpool (ING) - Atletico Madrid (SPA)

  • Bayern (GER) - Chelsea (ING)

  • Juventus (ITA) - Lione (FRA)

  • Lipsia (GER) - Tottenham Hotspur (ING)

  • Barcelona (SPA) - Napoli (ITA) 

Gattuso: “Col Barcellona senza paura”

"Una grande squadra, una grande sfida, due gare affascinanti. Le affronteremo senza paura” - ha commentato Rino Gattuso, neo tecnico del Napoli, dopo i sorteggi Champions.

Napoli e Barcellona non si sono mai affrontate in partite ufficiali. Gli azzurri hanno però giocato diverse volte contro i blaugrana in amichevole nelle ultime stagioni: nel 2011 per il trofeo Gamper, vittoria del Barça per 5-0. Nel 2014, sempre in amichevole, il Napoli con Benitez in panchina ha vinto 1-0 grazie a un gol di Dzemaili. Infine questa estate, doppia amichevole negli Stati Uniti e due successi del Barcellona per 2-1 e 4-0. Una curiosità: sarà la prima volta di Leo Messi allo stadio San Paolo. Il tempio di Diego Armando Maradona.

Juve, Nedved: “Champions non sia ossessione”

“La Champions League? Non bisogna che diventi ossessione, però un obiettivo concreto dobbiamo o vogliamo ammetterlo. Ci sentiamo abbastanza forti all'altezza degli avversari, siamo alla pari con gli altri competitor. In Champions basta che non ti va bene un tempo e sei fuori. Puntare solamente sulla Champions in una stagione non è possibile", ha detto il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved, commentando il sorteggio degli ottavi contro il Lione.

“Decisamente poteva andare peggio - ha continuato Nedved - Ho visto degli scontri che sono già da fuochi d'artificio. Non ci dobbiamo lamentare, l'anno scorso l'Atletico era più difficile, oggi siamo contenti, anche se in Champions se non arrivi preparato tutte le partite sono difficili. Numeri e precedenti? Non importa, importa solo la forma del momento. E' ciò su cui lavoriamo".

La prima volta dell’Atalanta

Fra l'Atalanta e il Valencia, invece, non ci sono precedenti. D'altronde per la squadra di Gian Piero Gasperini è la prima storica partecipazione alla fase finale della Champions League. I nerazzurri orobici giocheranno la loro partita casalinga allo stadio di San Siro, a Milano.

“Per noi questo sorteggio è una cosa eccezionale, diciamo che poteva andarci peggio - ha commentato il presidente dell'Atalanta Antonio Percassi dopo l'urna di Nyon ha abbinato il Valencia ai bergamaschi per gli ottavi di Champions - Per noi avere rapporti con club di questo livello è motivo d'orgoglio. Siamo andati all'Università, abbiamo perso le prime tre gare e poi abbiamo imparato e ci siamo rifatti. Ora proviamo a spingerci ancora oltre. Sfida con il Liverpool ai quarti? Loro ci arrivano di sicuro, noi ce la giochiamo". Poi sul Valencia ha aggiunto: "Nella mia classifica ideale c'era il Valencia, devo essere onesto. Anche se si tratta sempre di un avversario tosto".

SFOGLIA LA GALLERY: Pallone d'oro 2019, Lionel Messi vince per la sesta volta