Sospensione del mutuo UBI Banca per l’emergenza Coronavirus

sospensione mutuo UBI Banca coronavirus

UBI Banca sta adottando misure a sostegno delle aziende colpite dall’emergenza Covid-19, rendendo così immediatamente operativo il sollecito dell’ABI (Associazione bancaria italiana). ABI si è rivolta al mondo del credito affinché vengano adottati provvedimenti idonei a contrastare il rallentamento dell’economia e favorire le imprese nei rapporti con le banche in questa fase critica. Anche il Gruppo UniCredit e la Banca Mediolanum hanno adottato simili provvedimenti, come la sospensione del mutuo.

Sospensione del mutuo UBi Banca

Le aziende clienti di UBI Banca, direttamente interessate dalle conseguenze dell’emergenza, potranno infatti beneficiare di una moratoria sul pagamento delle rate dei finanziamenti erogati. Inoltre, è prevista la possibilità di proroga dell’iniziativa e dei conseguenti accordi, nel caso in cui l’emergenza dovesse protrarsi.

Le misure attuate da UBI Banca non riguardano soltanto imprese operanti nelle regioni maggiormente colpite dall’emergenza, ma tutte le aziende attive sul territorio nazionale, purché interessate da conseguenze direttamente riconducibili a essa. I clienti del Gruppo Ubi Banca possono informarsi in modo più approfondito rivolgendosi ai propri referenti nell’ambito dei Centri imprese e della divisione Corporate & Investment Banking.

Per informazioni e chiarimenti contattare il numero 800.500.200 (dall’estero +39.030.24.71.209 a pagamento). Il servizio è disponibile tutti i giorni 24 ore su 24, compresa la domenica.

Coronavirus, mutui e prestiti congelati

Secondo le disposizioni del Governo, per via dell’estensione della zona rossa a tutta Italia sono previste diverse agevolazioni per i cittadini. Allo stato attuale delle cose, si tratta di proposte non ancora ufficiali ma sicuramente interessanti. Nel caso specifico genitori congedati dal lavoro, si prevede la sospensione delle rate dei mutui prima casa per 18 mesi.

In tutta Italia è operativo l’accordo tra ABI e associazioni di impresa, per il quale è possibile chiedere sospensione o allungamento dei prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020. Tale moratoria si riferisce a finanziamenti per micro, piccole, medie imprese che hanno subito danni a seguito dell’emergenza Coronavirus.