Sospesi incontri e cene di gala, la 'quarantena' delle royal family

webinfo@adnkronos.com

Di Carmela PiccioneDopo l’annuncio choc del principe Alberto di Monaco, positivo al coronavirus, oggi Clarence House ha confermato che il principe del Galles, 71 anni, erede al trono britannico, anche lui positivo, “ma in buona salute”, si trova in autoisolamento con la consorte Camilla, negativa al test, nella tenuta di Balmoral in Scozia.  

Coronavirus, principe Carlo positivo. La regina sta bene 

Del resto già da tempo le famiglie delle maggiori monarchie europee avevano alzato la guardia, positivo al covid-19 era risultato anche l’arciduca d’Austria, Karl d’Asburgo. Sospesi incontri, appuntamenti internazionali, visite di Stato, viaggi, cancellati tutti gli impegni in programma. E persino i matrimoni. Come è accaduto alla principessa Beatrice di York, nipote di Elisabetta II e primogenita del principe Andrea. Nozze sospese, per il momento, con l’immobiliarista di origine italiana Edoardo Mapelli Mozzi, in programma il 29 maggio nei giardini di Buckingham Palace. 

Ma cresce la preoccupazione, in questi giorni, per la royal family più longeva della storia. Il duca di Edimburgo compirà 99 anni a giugno, la sua augusta consorte di anni ne ha 94. E seppure fonti vicine alla famiglia reale confermano che la regina “sta bene” le precauzioni non sono mai troppe. Confinata nel castello di Windsor accanto ai fidatissimi consiglierI, la regina Elisabetta vive per il momento ‘separata’ dal principe d’Edimburgo chiuso da mesi nella tenuta di Sandringham, nella contea del Norfolk. 

E dal suo castello più amato la regina Elisabetta ha rivolto un breve discorso all’Inghilterra: “Molti di noi dovranno trovare nuovi modi per rimanere in contatto tra loro e assicurarsi che i propri cari siano al sicuro - ha detto -Potete essere certi che io e la mia famiglia siamo pronti a fare la nostra parte”. Ed ha parlato alla nazione anche la Regina Margrethe di Danimarca, per la prima volta a reti unificate dal 1945, annunciando la cancellazione di tutti i festeggiamenti, per ora, per il suo 80esimo compleanno. 

Anche i duchi di Cambridge hanno parlato agli inglesi dal loro sito ufficiale (@KensinghtonRoyal) lanciando una campagna fondi a sostegno delle numerose ‘charity’ che stanno lavorando nell’emergenza del coronavirus. Chiuse anche le scuole per i piccoli rampolli ‘royal’ e quarantene in famiglia. E’ quello che e’ accaduto ai piccoli Cambridge dopo che la prestigiosa Thoma’s Battersea di Londra ha chiuso i battenti. Ed è ritornata dall’Inghilterra, dove stava studiando, l’erede al trono del Belgio, la giovanissima principessa Elisabeth, che ha festeggiato 18 anni lo scorso 25 ottobre. 

Si trova ora ‘en famille’ nel castello di Laeken, a pochi chilometri da Bruxelles, con i genitori, i fratelli piu’ piccoli, Gabriel, Emmanuel, Eleonore. La principessa Elisabeth continuerà a studiare ‘a distanza’ presso il prestigioso United World Colles of Atlantic del Galles . Chiusa anche la scuola della principessa Estella di Svezia, 8 anni, erede al trono dei Bernadotte, dopo che un alunno era risultato positivo al coronavirus. Si studia a casa, magari chissà, come si faceva un tempo, con maestri e abili precettori. 

Si adeguano, dunque, le famiglie reali alle misure di sicurezza imposte per fermare l’epidemia del coronavirus. Cambia il protocollo e il cerimoniale, consuetudini ben radicate, non più strette di mano e ‘incontri ravvicinati’, cancellati in via precauzionale tutti gli appuntamenti in programma. Addio alle cene di gala, ai balli a palazzo per compleanni o anniversari. Stop agli impegni reali per il principe Carlo e la consorte. Il 17 marzo sarebbero dovuti partire alla volta di Giordania, Cipro e Bosnia. Quarantena fortemente voluta e desiderata per Harald di Norvegia (classe 1937) e la consorte regina Sonja, mentre il re Felipe di Spagna e la moglie Letizia si sono sottoposti al tampone, risultato poi negativo, dopo che entrambi avevano incontrato il ministro spagnolo Irene Monterò, positiva al covid -19. 

I pargoli di Frederik e Mary di Danimarca sono ritornati precipitosamente dalle vacanze sulla neve in Svizzera con i giovani rampolli, Cristian e Isabella, i due gemelli Vincent e Josephine, “per essere insieme alla popolazione in questo momento”, ha dichiarato il futuro re. Nessun problema, invece, per il principino Henrik di Danimarca primogenito di Joachim e Marie, che aveva accusato problemi respiratori legati però ad una bronchite asmatica. Negativo al coronavirus, la famiglia, insieme alla piccola Athena, ha lasciato Parigi, dove risiedevano da qualche anno, alla volta di Stoccolma. 

E in tempi di coronavirus annullato anche il debutto ufficiale di quella che è ormai l’erede designata al trono (senza regno) dei Savoia, la principessa Vittoria, figlia di Emanuele Filiberto e della principessa Clotilde. Saltata la cerimonia, all’Abbazia di Hautecombe, dove riposano molti dei principi di casa Savoia. A data da destinarli. Forse in autunno. E' infine attesa a maggio la nascita dell’erede al trono del granducato del Lussemburgo, un piccolo principe alla corte di Guillaume e Stephanie di Nassau-Weilburg. Evento beneaugurante, per i royal watchers. .