Sospeso il vaccino J&J in Slovenia a causa della morte di una 20enne

·1 minuto per la lettura
Johnson&Johnson
Johnson&Johnson

Torna lo scetticismo intorno alla questione vaccini. Parliamo della Slovenia, dove una giovane ragazza ha perso la vita alcuni giorni dopo la somministrazione del vaccino Johnson&Johnson.

Slovenia, ragazza di 20 anni morta dopo il vaccino: sospesa somministrazione di J&J. La causa del decesso.

Il decesso sembrerebbe essere avvenuto a causa di un’emorragia cerebrale e coaguli di sangue. La giovane 20enne si era sottoposta al vaccino qualche giorno prima della sua morte. È stata immediatamente sospesa la somministrazione di vaccini Johnson&Johnson in tutta la Slovenia.

Slovenia, ragazza di 20 anni morta dopo il vaccino: sospesa somministrazione di J&J. Sospensione temporanea.

Oltre al vaccino Johnson&Johnson, anche l’altro vaccino a vettore virale AstraZeneca ha riportato degli effetti collaterali simili. Non è però detto con certezza che la ragazza sia deceduta a causa di questa correlazione. La sospensione del vaccino, infatti, sarà solo temporanea avverte il Ministro della salute sloveno, almeno finchè non si capirà bene se ci sia o meno correlazione tra il vaccino e il decesso della giovane.

Slovenia, ragazza di 20 anni morta dopo il vaccino: sospesa somministrazione di J&J. La situazione in Slovenia.

Questa notizia è stata una doccia fredda per la Slovenia. In tutto lo Stato, infatti, sono poche le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino ed ancora meno quelle che l’hanno completato. Il Governo sloveno aveva deciso di accelerrare la campagna vaccinale introducendo qualcosa di simile al Green Pass. Dopo questo caso, però, forse aumenteranno gli scettici, anche se è ancora tutto da vedere.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli